Matteo Maioli Awards 2012

TOP 10 SCELTE DELL’ANNO

1- Beach House : Bloom
Non è solo album dell’anno: sarà colonna sonora portante della mia vita. Inizi ad ascoltarlo che è quasi estate (Myth) e finisci nel pieno dell’inverno (Irene). Quella voce poi ti guida verso ciò che non hai ancora trovato – ok mi passino la licenza poetica Bono e soci!

2- Frank Ocean : Channel Orange
Il nuovo enfant-prodige dell’ Hip-Hop che si nutre di grandi del soul e collabora con mezza America, da Pharrell a John Mayer. E rifugge gossip e luci della ribalta, bravo Cristopher.

3- Richard Hawley : Standing At The Sky’s Edge
Per il sottoscritto vincitore morale dei Mercury Prize, il compaesano di Jarvis Cocker è l’unico superstite di un Brit-Rock di maniera realizzando un album che si sognerebbero gli ultimi Verve.

4- Django Django : Django Django
Esordio scoppiettante e per parties di ogni stagione quello degli scozzesi.

5- Tame Impala : Lonerism
Devo dire che li conoscevo appena, avrò tutto il tempo di rifarmi. Chi mi conosce e sa del mio amore per Beatles e compagnia bella avrebbe scommesso su questo disco al primo posto: fregato!

6- Vadoinmessico : Archaeology of the Future
Un disco che mi ricorda sia “Rhythm Of The Saints” di un Paul Simon trasferitosi nel Sud America a fine anni 80, sia i Foals quando hanno registrato “Spanish Sahara” in Svezia. Gli anni dieci ci regalano il collettivo londinese: saranno loro il futuro?

7- Dirty Projectors : Swing Lo Magellan
Sempre un sound variegato ed interessantissimo, riescono a replicare “Bitte Orca”. Lo metto più indietro in classifica perchè non c’è una “Stillness Is The Move” e le ragazze cantano un pò meno.

8- Grizzly Bear : Shields
Conferma di un songwriting eccellente, arrangiamenti di classe superiore e melodie cristalline.

9- Grimes : Visions
La Madonna di Montreal deve solo migliorarsi live.

10- Cat Power : Sun / Neil Young & Crazy Horses : Psychedelic Pills
Ex equo perchè si gioca in undici anche nelle classifiche musicali! Scherzi a parte due ottimi album, ma se Cat Power ci sognamo di rivederla sul palco Neil torna in tour con gli Horses. Inossidabile.


TOP 10 CONFERME AD ALTO LIVELLO E LEONI DI RITORNO

1- Dr John : Locked Down With a little help from Dan Auerbach, ma il vero genio è Mac.
2- Liars : WIXIW Più dark, sempre i più avanti.
3- The XX : Coexist Tutto con poco.
4- Scott Walker : Bisch Bosch Dischi col contagocce, diluvio di emozioni.
5- Deftones : Koi No Yokan Più di un decennio da desaparecidos, comincia la riscossa.
6- Flying Lotus : Until The Quiet Comes Musica totale, congratulazioni da ogni dove.
7- Bat For Lashes : The Haunted Man Ci ha preso gusto Natasha.
8- Chairlift : Something Disco per lunatici del pop, ma frizzante al punto giusto.
9- EL-P : Cancer 4 Cure Hiphop da battaglia che cita persino Billy Joel.
10- Andrew Bird : Break It Yourself Bucolico, sognante ed unico.


TOP 10 RIVELAZIONI

1- Japandroids : Celebration Rock Forze della natura che confezionano inni da stadio.
2- Sharon Van Etten : Tramp Una fragilità che conquista i National e non solo.
3- Cody Chesnutt : Landing On A Hundred Ci mancavi Cody. Il nuovo Otis Redding?
4- Andy Stott : Luxury Problems La metropoli che ti inghiotte.
5- John Talabot : Fin La speranza dell’house nel calore della Spagna.
6- Jessie Ware : Devotion Voce purissima, esordio promosso a pieni voti.
7- Wild Nothing : Nocturne Gemme come la title track rimpolpano il filone chillwave.
8- Egyptian Hip-Hop : Good Don’t Sleep Tra esotismo e Peter Gabriel, l’ultima parola al palco.
9- Alt-J : An Awesome Wave Dopo la diffidenza, cresce con gli ascolti…
10- Cosmetic : Conquiste / The Giornalisti : Vecchio Miei corregionali i primi ok ma il disco ha anima e passione esagerate, rivelazioni ma non troppo i secondi. Che il 2013 possa regalare ai ragazzi ulteriori soddisfazioni!


TOP 10 PEZZI DELL’ANNO

1- Tame Impala : Elephant
2- Vadoinmessico : Teeo
3- Rufus Wainwright – Out Of The Game
4- Hot Chip : Let Me Be Him
5- Beach House : Lazuli
6- The Tunas : Daddy Says
7- Here We Go Magic: How Do I Know
8- Saint Etienne : I’ve Got Your Music
9- The Shins : Simple Song
10- Ninos du Brasil : Tuppelo


TOP 10 COVERS

1- Richard Hawley : Standing At The Sky’s Edge
2- Grimes : Visions
3- Wild Nothing : Nocturne
4- Criminal Jokers : Bestie
5- School Of Seven Bells : Ghostory
6- Mark Lanegan : Blues Funeral
7- Metz : Metz
8- Maccabees : Given To The Wild
9- Air : Le Voyage Dans La Lune
10- Chromatics : Kill For Love


TOP 5 CONCERTI

1- Brunori Sas @ Barrumba, Pinarella di Cervia (RA) Amara ironia della vita.
2- Vadoinmessico @ Teatro Petrella, Longiano (FC) Tempo e spazio si fondono.
3- St Vincent @ Locomotiv, Bologna Tuffati più vicino Annie.
4- Subsonica @ Unipol Arena, Casalecchio Di Reno (BO) La band italiana d’esportazione.
5- Ennio Morricone @ Piazzale Fellini, Rimini Il Maestro a quasi novant’anni.


TOP 5 DELUSIONI

1) The Killers : Battle Born Naufragio alla ricerca di Human.
2) Green Day : Uno, Dos, Tres Fortuna che il quattro non vien da sè per una volta.
3) Garbage : Not Your Kind Of People Sempre quelli di BeautifulGarbage. Basta.
4) No Doubt : Push And Shove Modaioli e pop all’ennesima potenza.
5) Lana Del Rey : Born To Die Un primo singolo da paura, poco altro.

Dio conservi un grande 2012 musicale…

 

(Matteo Maioli)

3 gennaio 2013

1 Comment

  1. Val

    03/01/2013 at 20:58

    Miticoooo!
    Custodisco gelosamente ed imparo 🙂
    I’m definitely with the Beach House… I freaking love “Myth”!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *