THE SECRET SOCIETY, Sad Boys Dance When No One’s Watching (Acuarela, 2006)

Dalla Spagna arrivano solo buone notizie. La Acuarela è certamente una delle migliori etichette indipendenti del panorama europeo e dimostra di avere parecchio coraggio a proporre dischi come quello di Chris Brokaw o Strugglers (dei quali abbiamo già parlato su quest web-pagine). Tra americani di culto però, c’è spazio per promuovere la sempre più florida ed ispirata scena alternativa locale, della quale possiamo eleggere a paladino Pepo M, titolare della sigla Secret Society. “Sad Boys Dance When No One’s Watching” è un esordio fantastico. Doloroso, sanguinante e commovente ma non privo di una certa componente eterea propria del background musicale che possiamo immaginare il Nostro abbia divorato. Bonnie ‘Prince’ Billy. Galaxie 500. Giant Sand. Damon & Naomi. Codeine. Red House Painters. Dischi pieni di dolore e sogno. Di fascino e di lacrime. Sangue nel pugno chiuso e notte di stelle. Ci sono i numeri per farne un paladino e non è detto che già lo sia. Questo perché le canzoni funzionano. Funzionano tutte, anche quando sono in Spagnolo (con le orecchie di un italiano, lo spagnolo applicato all’indie-rock fa decisamente ridere) e una volta finito l’ascolto non vedi l’ora di ricominciare. Da segnare sul taccuino. Compratelo. Rubatelo. Scaricatelo. Masterizzatelo. Fate come volete ma ascoltatevelo. Fatevi un favore. E fatelo la sera, quando i sentimenti sono liberi di fluire e le difese razionali si sono prese una vacanza. Potreste non farne più a meno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.