L’algido pop di Lindstrom

Ci è passato un po’ davanti senza coglierlo appieno, ma possiamo rimediare: una delle cose migliori di quest’annata elettronica è arrivata sul finire, a novembre per l’esattezza. Quando cioé è uscito l’ultimo album di Lindstrøm, “Smalhans”.

Un algido pop norvegese tra Tiga e i Royksopp, coerente e funzionale ma anche quasi esaltante.

Da riscoprire anche a Natale: del resto, Babbo Natale non è norvegese?

(Paolo Bardelli)

22 dicembre 2012

1 Comment

  1. Icelolli

    23/12/2012 at 08:43

    Io ci sento un leggera vena alla Alan Parson Project nel pezzo da te pubblicato…. E comunque questo pezzo io l’ho già gentito da qualche parte… Ma dove?
    I norvegesi hanno decisamente la stessa impronta. Infatti il secondo pezzo mi ricorda un’altro di quelle terre… Piuttosto sconosciuto: Per Byhring.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *