Iggy Pop & The Stooges, Piazza della Repubblica, Firenze, 27 settembre 2012

Dopo la data del 27 Luglio scorso a Villafranca (Verona), giovedì sera, 27 Settembre, il leggendario iguana del punk, Iggy Pop & The Stooges è ritornato in Italia per un concerto gratuito organizzato dall’Hard Rock Cafe in Piazza della Repubblica a Firenze. Il “vecchio” Iggy si presenta nella sua veste storica a petto nudo e con i pantaloni attillati, accompagnato alla batteria da Toby Dammit, al basso da Mike Watt (bassista dei Minutemen), alla chitarra da James Williamson e Steve MacKay al sassofono. Alle nove e mezzo, orario di inizio del concerto, si scatena l’inferno in terra, la piazza strapiena esplode alle note dei primi brani “Raw power”, “Search & Destroy”, “Gimme Danger”, Iggy Pop si dimena instancabilmente sul palco, cerca il contatto con il pubblico, più volte ripete alla sicurezza di voler un contatto più stretto con il pubblico e di fatto una decina delle persone, vicine alle transenne, riesce grazie all’aiuto dei buttafuori, ad avvicinarsi al sottopalco.

Sul palco e nella folla l’imperativo è muoversi al ritmo dell’iguana, tra una “Shake Appeal”, una “Fun House” e una “I wanna be your dog” si arriva a raggiungere l’apice d’estasi collettiva, sublimata dalla hit (se si può chiamare così) “The Passenger”. Seguono nel finale la cover di “Louie Louie” (Richard Berry), “Cock in my pocket” e “Your pretty face is going to hell” . Non manca la classica intrusione on stage di una parte del pubblico, ma poco importa, essere on stage o off stage, alla fine tutti i presenti finiscono volenti o nolenti nell’onda travolgente del pogo.

Un’ora e mezzo circa di spintonate, follia, divertimento e anche di svenimenti. Più che un concerto, un wild party all’aria aperta sotto l’arco di Piazza della Repubblica. L’unico neo della serata, dispiace dirlo, è la pessima organizzazione, la scarsa capienza della piazza non è in grado di contenere la fiumana di gente recatasi a vedere il concerto e l’audio a volume basso non permette la fruizione del live a tutta la folla. Peccato, una maggiore attenzione all’ordine pubblico avrebbe reso la nottata perfetta. I neofiti dell’iguana non rimangano delusi, i vecchi fan un po’ sì, sarà per una prossima volta.

Iggy, ritorni, vero?

(Monica Mazzoli)

29 settembre 2012

1 Comment

  1. damned

    30/09/2012 at 00:07

    il volume basso me lo aspettavo ma il palco basso proprio no…che pacco..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *