Francesco Giordani Awards 2011

I MIGLIORI

1. Anna Calvi “Anna Calvi”

L’angelo sterminatore. Regina di cuori. Bella di giorno e di notte Vaso di Pandora senza fondo.

2. Brent Cash “How Strange It Seems”

Da qualche parte tra Gershwin e Vivaldi. A teenage symphony to God, letteralmente (nell’anno in cui le carte segrete di “Smile” sono state dissigillate, sottraendo mistero al mistero).

3. Josh T. Pearson “Last Of The Country Gentlemen”

Chiedi alla polvere.

4. Fleet Foxes “Helplessness Blues”

Spinoza, “Etica”, Definizione VI (più spiegazione):
“Per Dio intendo un Ente assolutamente infinito: cioè una Sostanza che consta di infiniti attributi, ciascuno dei quali esprime un’essenza eterna ed infinita.
Spiegazione: Dico infinita assolutamente, e non nel suo genere: infatti a un ente qualsiasi, infinito soltanto nel suo genere, non possiamo sostenere che manchino infiniti attributi; ma all’ente che è infinito assolutamente compete un’essenza alla quale, invece, è proprio tutto ciò che esprime un essere e che non implica alcuna negazione.”

5. Wild Beasts “Smother”

Soffocare. Dolcemente.

6. Sandro Perri “Impossible Spaces”

Alle prese con una verde milonga.

7. Connan Mockasin “Forever Dolphin Love”

Il trionfo del sogno.

8. John Maus “We Must Be The Pitiles Censors Of Ourselves”

Minimal wave e post-strutturalismo. Se la retromania diventa angoscia kafkiana per la morte. Ri-ciclare, ri-assemblare, cercare una frase sincera. Ma a patto di mentire. Fate voi.

9. Drums “Portamento”

Una prima volta ripetuta all’infinito. Sempre come fosse l’ultima, con “quella luce che non si spegne mai” scritta negli occhi, in inchiostro indelebile. These charming boys.

10. Chapel Club “Palace”+”Wintering EP”

Impermeabili col bavero alzato, piedi bagnati, sagome ombrose nella foschia. Pioggia e cemento metafisico. Un lungo addio.

I PEGGIORI

1. Coldplay, “Mylo Xyloto”

Eros Ramazzotti.

2. Strokes, “Angles”

Last nite she said, oh baby I feel so down
When you turn me off, when I feel left out.

3. Lou Reed & Metallica, “Lulu”

Una volta anche il peggio era migliore.

4. Radiohead, “The King Of Limbs”

Ma perchè, è uscito un disco nuovo dei Radiohead? Deve ancora uscire? Ma è quello vero?

5. Bjork, “Biophilia”

Musli.

6. Bon Iver, “Bon Iver”

Aver vissuto per troppo tempo da solo in una capanna.

7. Arctic Monkeys, “Suck It And See”

Giovinezza, giovinezza,
primavera di bellezza!
Della vita nell’asprezza,
il tuo canto squilla e va!

8. Beady Eye, “Different Gear Still Speeding” / Noel Gallagher’s High Flying Birs “S/t”

Zorro contro Maciste (regia di Umberto Lenzi, 1963)

9. Kills, “Blood Pressure”

Secondi mestieri. O forse terzi.

10. Tv On The Radio “Nine Types Of Light”

Vi ho voluto bene.

THIS IS ENGLAND

Metronomy, “The English Riviera”
Wu Lyf “Go Tell Fire To The Mountain”
Vaccines “What Did You Expcet From The Vaccines?”
Friendly Fires “Pala”
Ladytron “Gravity The Seducer”
Mirrors “Lights And Offerings
Horrors “Skying”
Cat’s Eyes “Cat’s Eyes”
Comet Gain “Howl Of The Lonely Crowd”
Frankie & The Heartstrings “Hunger”
S.C.U.M “Again Into Eyes”
Gruff Rhys “Hotel Shampoo”
Wire “Red Barked Tree”
Magazine “No Thyself”

AMERICAN INDIE (e dintorni)

Girls “Father, Son & Holy Ghost”
Fucked Up “David Comes To Life”
Real Estate “Days”
Pains Of Being Pure At Heart “Belong”
Dears “Degeneration Steet”
Cold War Kids “Mine Is Yours”
Iron & Wine “Kiss Each Other Clean”
Feist “Metals”
St. Vincent “Strange Mercy”
Toro Y Moi “Underneath The Pine”
Washed Out “Within And Without”
Cut Copy “Zonoscope”
Rapture “In The Grace Of Your Love”
Austra “Feel It Break”
Violens “Nine Songs”

MADE IN ITALY (avrei dovuto ascoltarne di piu’… oppure no?)

Verdena “Wow”
Egokid “Ecce Homo”
Zabriski “Fortune Is Always Hiding”
The Giornalisti “Vol. 1”
Casa Del Mirto “The Nature”
A Classic Education “Call It Blazing”
Be Forest “Cold”
Gentlemen’s Agreement “Carcarà”
Kruk “End It”
Desert Motel “Yarn”

IKEA POP

Peter, Bjorn & John “Gimme Some”
Raveonettes “Raven In The Grave”
Those Dancing Days “Daydream & Nightmares”

(Francesco Giordani)

Collegamenti su Kalporz:
Francesco Giordani Awards 2010
Francesco Giordani Awards 2009
Francesco Giordani Awards 2008
Francesco Giordani Awards 2007

26 dicembre 2011

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.