Paolo Bardelli Awards 2010

DISCHI DELL’ANNO

1. ARCADE FIRE, “The Suburbs”
Un primo posto molto combattutto: fino all’ultimo ho avuto nelle orecchie il live, che definirei quasi disastroso, di Bologna, e la cosa mi ha fatto sempre scendere le quotazioni di canadesi. Ma si sta votando il disco e non il concerto (anche se le cose sono intrecciate e si spalleggiano a vicenda…) e – non c’è niente da fare – tutte le volte che parte “The Suburbs” è una festa che continua fino alla fine, tra perfette canzoni roots (“Modern Man”), ballate strappalacrime (“Suburban War”), divertimenti punk (“Month of May”), incursioni nell’electro-pop (“Sprawl II (Mountains Beyond Mountains)”) e pezzi pressoché definitivi (“We Used To Wait”).

2. DEERHUNTER, “Halcyon Digest”
Ci sono andati vicini, i Deerhunter, a fare il loro album insuperabile, ma a parte dei suoni talmente interessanti che li si vorrebbero “mangiare”, in alcuni punti non hanno avuto la convinzione massima. Meglio: il loro capolavoro lo aspettiamo ancora. Intanto qui c’è la canzone dell’anno (“Desire Lines”).

3. THE NATIONAL, “High Violet”.
Dei tre che sono finiti sul podio “High Violet” è quello che più ha il respiro di lunga vita, una caratteristica che solo gli album profondi come i sentimenti possono avere.

4. TAME IMPALA, “Innerspeaker”
Questi australiani mischiano di tutto, dai Kula Shaker al grunge, passando dall’hard-rock seventies e il beat. Una delizia.

5. MGMT, “Congratulations”
Ma quanto sono divertenti, gli MGMT?

6. MASSIVE ATTACK, “Heligoland”
A qualcuno potranno sembrare dei dinosauri, ma ce ne fossero dei dinosauri con una tale classe!

7. AVI BUFFALO, “Avi Buffalo”
Freschi come l’adolescenza.

8. TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI, “Primitivi del Futuro”
Li odiavo, li consideravo noiosi e sopravvalutati, e i TARM mi sono saltati fuori con una specie di “London Calling” italiano, un disco gustosissimo. Bravi.

9. SAMUEL KATARRO, “The Halfduck Mystery”
Finalmente in tanti si sono accorti di Samuelino, ma io non ne avevo dubbi. Il mistero del semipapero è solo l’inizio della sua storia.

10. MASSIMO VOLUME, “Cattive abitudini”
Perché sono le nostre cattive abitudini, quasi sempre appagate.

CANZONI DELL’ANNO

1. DEERHUNTER, “Desire Lines”
2. MASSIVE ATTACK, “Atlas Air”
3. THE NATIONAL, “Anyone’s Ghost”
4. DEERHUNTER, “Revival”
5. MGMT, “Song For Dan Treacy”
6. MASSIVE ATTACK, “Paradise Circus”
7. CARIBOU, “Sun”
8. JANELLE MONAE’, “Cold War”
9. ARCADE FIRE, “We Used To Wait”
10. THE NATIONAL, “England”

ALTRE CANZONI (non in ordine)

BLONDE REDHEAD, “Will There Be Stars”
AVI BUFFALO, “What’s In It For?”
TAME IMPALA, “It’s Not Meant To Be”
MIKE PATTON, “20 km al giorno”
BLACK REBEL MOTORCYCLE CLUB, “River Styx”
INTERPOL, “Lights”
TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI, “Mina”
STEREOLAB, “Silver Sands (Emperor Machine Mix)”
SAMUEL KATARRO, “Three Minutes In California”
MASSIMO VOLUME, “Litio”
UNKNOWN MORTAL ORCHESTRA, “Thought Ballune”
MILLIONYOUNG, “Calrissian”
WARPAINTS, “Elephants”
THE VILLAGERS, “Becaming A Jackal”
GREATEST HITS, “Danse Pop”
BOMB THE BASS feat. Martin Gore, “Milakia”
COMPUTER MAGIC, “Electronic Fences”
BROKEN BELLS, “The High Road”

VIDEO DELL’ANNO

1. MGMT, “Flash Delirium”

2. HOW TO DESTROY ANGELS, “The Space in Between”

3. TAME IMPALA, “Solitude Is Bliss”

MIGLIOR CANZONE 2009 SCOPERTA NEL 2010

JULIE’S HAIRCUT, “The Dead Will Walk The Earth”

CONCERTI DELL’ANNO

1. MASSIVE ATTACK, Giardini della Reggia di Venaria Reale, Torino, 6 luglio 2010
2. CARIBOU, Locomotiv, Bologna, 6 novembre 2010
3. JULIE’S HAIRCUT, Tributo a Transformer, Teatro Eden, Carpi (MO), 26 marzo 2010
4. BELLE AND SEBASTIAN, PlayArt, Arezzo, 25 luglio 2010
5. BLONDE REDHEAD, Estragon, Bologna, 13 settembre 2010
6. VIRGINIANA MILLER, Italia Wave, Livorno, 24 luglio 2010
7. JESSE MALIN, Corallo, Scandiano (RE), 16 novembre 2010
8. SAMUEL KATARRO, Rebeldia, Pisa, 20 febbraio 2010
9. PRODIGY, Palabam, Mantova, 23 aprile 2010;
10. RAMMSTEIN, Castello Scaligero, Villafranca (VR), 1 luglio 2010
11. MASSIMO VOLUME + THE FIELD, Contr + C, Teatro Storchi, Carpi (MO), 26 novembre 2010
12. VIRGINIANA MILLER, Tumbao, Sassari, 15 maggio 2010
12. dEUS, Festa Pd, Modena, 9 settembre 2010
13. DEVENDRA BANHART, Arti Vive Festival, Soliera (MO), 20 giugno 2010
14. ULTRAVOX, Vox, Nonantola (MO), 14 aprile 2010
15. AIR, Estragon, Bologna, 22 gennaio 2010

CARRELLO DEI BOLLITI

ARCADE FIRE all’Arena Parco Nord di Bologna, il 2 settembre 2010
Purtroppo, è stato così.
Gli UNDERWORLD ad Italia Wave:
‘Na sòla.
TEATRO DEGLI ORRORI a partire dal 25 aprile a Carpi fino ad arrivare alla Tempesta sotto le stelle di Ferrara
Dal vivo ormai sono nomen omen.

MIGLIOR REMIX

MASSIVE ATTACK, “Paradise Circus” (Gui Boratto Remix)

MIGLIOR TESTO

MASSIMO VOLUME, “Mi piacerebbe ogni tanto averti qui”
Vorrei averla scritta per mio padre.

PEGGIOR TESTO

MARLENE KUNTZ, “Ricovero Virtuale”
Ricoveriamolo (Godano).

COVER DELL’ANNO

Cartman che rifà Lady Gaga:

MIGLIORI FILM

1. “Shutter Island” di Martin Scorsese
2. “Fantastic Mr. Fox” di Wes Anderson
3. “Toy Story 3” di Lee Unkrich

MIGLIOR CANZONE PER COLONNA SONORA (NON ORIGINALE)

Cocteau Twins – “Alice” (per “Amabili Resti” di Peter Jackson)

FOTO DELL’ANNO

Louder Than Bombs, London 2010.

BATTUTE DELL’ANNO

“I documenti su Berlusconi? Su Fikaleaks” (Luca Bottura)
“Il governo dei fatti. Preso il pusher” (Corrado Guzzanti)
“Mi ha lasciato per un’altra donna. Una donna defunta. Sono le più difficili da eliminare” (Gemma Jones, nell’ultimo film di Woody Allen)
“Gli ascolti del Tg1? Abbiamo sofferto i Simpson” (Minzolini. Putroppo era serio quando lo diceva).
“E’ nato il figlio di Piersilvio e la Toffanin: il nonno gli ha regalato una legge-bavaglino” (Luca Bottura)
Fini: “Berlusconi è un illiberale. e adesso che l’ho guardato bene, non è nemmeno tanto alto” (Franco Kappa, Il Vernacoliere)
“CHAT FACEBOOK:
Pierferdy Casini: online
Antonio Di Pietro: online
Pierluigi Bersani: offline
Silvio Berlusconi: offshore”

(Il Vernacoliere)

BATTUTA REVIVAL

Berlusconi: “Scendo in campo”. Anche il mio babbo, tutte le sere alle 9 di sera, finito di cenare, siccome non avevamo il bagno in casa, si alzava, prendeva un foglio, se lo metteva sotto il braccio e diceva: “Io scendo in campo” (Benigni da “TuttoBenigni ’96)

INDIGNAZIONE DELL’ANNO

Berlusconi ai giovani: “Cercate un lavoro all’estero”

CI PRENDONO PER IL CULO IN TUTTO IL MONDO 2010

BELLEZZA DELL’ANNO

Sara Ardizzoni (cantante e chitarrista dei Pazi Mine)
(foto di Davide Petriali)

SVOLTA DELL’ANNO

Il nuovo Kalporz

CITTA’ DELL’ANNO

Istanbul

(Paolo Bardelli)

Collegamenti su Kalporz:
Paolo Bardelli Awards 2009
Paolo Bardelli Awards 2008
Paolo Bardelli Awards 2007
Paolo Bardelli Awards 2006
Paolo Bardelli Awards 2005
Paolo Bardelli Awards 2004

31 dicembre 2010

2 Comments

  1. Piero Merola

    31/12/2010 at 11:31

    Non capisco le ultime tre posizioni. Ma Bardels stupisce sempre

  2. Claudio Fontani

    02/01/2011 at 16:05

    Io invece non capisco come si faccia a definire disastroso il live di Bologna degli Arcade Fire. E non aggiungo altro… Almeno su due cose la pensiamo uguale: i primi due classificati e la canzone dell’anno dei Deerhunter.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *