La Top 7 della settimana (#12, 2019)

7. “Daylight matters”, la nuova canzone di Cate Le Bon

Il 24 maggio uscirà il nuovo album di Cate Le Bon , “Reward”.
“Daylight Matters”, brano con un’anima molto bowiana, anticipa l’ultima produzione discografica della musicista gallese, scritta per lo più in solitaria nella cittadina inglese di Staveleyz e registrata al Panoramic House californinano di Stinson Beach.
La Le Bon racconta nella nota stampa, “La gente sente la parola “ricompensa” e pensa che sia una parola positiva, e per me è una parola piuttosto sinistra in quanto dipende dal rapporto tra chi dona e chi riceve. Mi sembra che sia davvero indicativo dei tempi in cui viviamo, in cui le parole sono usate come slogan, e tutto sta lentamente perdendo il suo significato”.

6. “Süpürgesi Yoncadan” : il nuovo singolo e video degli Altın Gün

Sulle pagine di Kalporz è già arrivata, da diverse settimane, la notizia dell’uscita di Gece, secondo disco degli Altın Gün, collettivo multiculturale di stanza ad Amsterdam.
Finalmente è però disponibile in streaming anche l’audio del primo singolo estratto dall’album, “Süpürgesi Yoncadan”.

5. Il ritorno discografico di Bill Mackay

Bill Mackay – newyorkese di nascita ma di stanza a Chicago – è, quello che si può definire, un musicista a 360 gradi : oltre ad essere un visual artist, è un chitarrista dalle mille sfaccettature, dal folk sperimentale al jazz d’avanguardia passando per il rock.
Dopo aver collaborato recentemente con Ryley Walker, ritorna con un disco da solista da togliere il fiato : “Fountain Fire”, pubblicato per la Drag City come il precedente “Esker” del 2017.

4. La ristampa di “A Trip Around the World” di Alessandro Alessandroni

La SAAR Records ristampa in un’edizione limitata di 300 copie il raro “A Trip Around The World” (pubblicato nel 1973), piccola gemma di library music tricolore, che porta il nome e l’inconfondibile marchio sonoro di Alessandro Alessandroni, storico compositore, direttore orchestra, arrangiatore e polistrumentista italiano.

3. L’omaggio di Jamila Woods a Eartha Kitt

La cantante neo-soul Jamila Woods pubblicherà il 10 maggio il suo secondo disco in studio, “LEGACY! LEGACY!” : ogni canzone porterà il nome di una figura significativa della cultura black americana. Così come già accaduto con i singoli precedenti – “Zora”, ispirato da Zora Neale Hurston, e “Giovanni”, costruito a partire da “Ego Tripping” della poetessa, attivista Nikki Giovanni – anche questa volta con “Eartha”, viene omaggiato un simbolo afroamericano. Trattasi ovviamente di Eartha Kitt.

2. Il “first listen” del nuovo album di Mdou Moctar su NPR

Il sito della NPR pubblica lo streaming integrale di “Ilana (The Creator)”, nuovo album del chitarrista tuareg in uscita il 29 marzo. Ritorna, quindi, la cifra stilistica di Mdou Moctar : racconta il musicista nigeriano nella nota stampa, “Non so cosa sia esattamente il rock. Non ne ho idea. So solo come suonare nel mio stile”.

1. L’uscita di “Inside the Rose”, quarto album album degli inglesi These New Puritans

Il 22 marzo è uscito “Inside the Rose” : nuova fase creativa dei fratelli Barnett, mai banali e sempre pronti a sperimentare. Dalla musica alla parte visuale della propria arte, sempre oltre la contemporaneità.