Hundreds, spazi silenziosi e tascabili

Gli Hundreds sono un piccolo gioiello, una band di Amburgo che utilizza l’elettronica minimale e gli spazi silenziosi dell’acustico per ricostruire mondi onirici tascabili.

Prima di reimmegersi nella registrazione del nuovo album, gli Hundreds hanno voluto riunire le cover e i remix che hanno fatto dei loro “amici” rispetto all’ultimo album “Variations” (uscito sul finire del 2011) con un paio di brani propri, regalando a tutti il risultato.

“Under The Icicles” contiene quindi 5 pezzi che raccontano gli Hundreds in una maniera speciale: un’intima versione di “Let Write The Streets” opera dei Get Well Soon, un paio di canzoni dall’album di debutto del 2010, una tenera cover acustica di “Solace” (opera di Makabu) e il remix di “I Love My Harbour” (La Boum Fatale).

L’ep “Under The Icicles” è liberamente scaricabile a questo link.

Qui invece si può ascoltare in streaming il brano con i Get Well Soon:

Tracklist:
01. Let’s Write The Streets (by Get Well Soon)
02. Solace (by Makabu)
03. Fighter
04. Happy Virus (Single Version)
05. I Love My Harbour (by La Boum Fatale)

(Paolo Bardelli)

11 aprile 2012

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.