L’agenda dei Live della settimana (#28, 2024)

Lunedì 8 Luglio – UNKNOWN MORTAL ORCHESTRA, Circolo Magnolia, Milano

Gli Unknown Mortal Orchestra, band psichedelica neozelandese fondata da Ruban Nielson, tornano in Italia dopo sei anni. Fra rock psichedelico, indie rock lo-fi e funk, il loro suono è spesso caratterizzato dal mix di influenze vintage e moderne, le loro atmosfere sono speciali, dolci e oniriche. La band di stanza a Portland presenta al Magnolia il quinto album “V”. Sul palco anche Any Other, che presenta ufficialmente il suo nuovo disco “Stillness, stop: you have a right to remember”. Il progetto jazz-rock di Adele Altro, già collaboratrice di Colapesce e Dimartino e compositrice della soundtrack del podcast Limoni, è ispirato al songwriting indie americano e il suo timbro di voce è unico e forte. Prevendita su Dice.

Lunedì 8 Luglio – JAMES BLAKE, Anfiteatro Del Vittoriale, Gardone Riviera (BS)

Nel 2021 James Blake ha pubblicato il suo quinto disco “Friends That Break Your Heart”, debuttando al quarto posto nelle classifiche del Regno Unito e ricevendo il plauso della critica di massa. Nell’ultimo decennio ha collaborato con grandissimi artisti quali Frank Ocean e Kendrick Lamar, come anche JAY-Z e Beyoncé. Le sue apparizioni spaziano da “Stop Trying to Be God“, con Stevie Wonder e Kid Cudi, nell’epico album ASTROWORLD di Travis Scott, a “King’s Dead” con Jay Rock, Kendrick Lamar e Future dal disco che ha dominato le classifiche “Black Panther: The Album”. Quest’ultimo non solo ha ottenuto il triplo platino, ma ha anche fruttato a Blake il suo primo Grammy Award nella categoria “Miglior performance rap“. Allo stesso tempo è diventato celebre come un’eccezione del pop grazie alla sua dinamica produzione da solista. L’artista ha introdotto un suono singolare con il disco d’esordio “James Blake”, pubblicato nel 2011, incoronato da Pitchfork come uno dei “100 migliori album del decennio finora (2010-2014)“. Per la prima volta sul palco vista-lago del Vittoriale, l’8 luglio James porterà dal vivo il suo ultimo disco di studio, “Playing Robots into Heaven”, oltre ad alcuni dei brani che l’hanno reso celebre. Biglietti a questo link.

Mercoledì 10 Luglio – ALVVAYS, Bonsai Garden, Bologna

Gli Alvvays sono un quintetto formato da Molly Rankin (voce e chitarra), Kerri MacLellan (tastiere), Alec O’Hanley (chitarre), Abbey Blackwell (basso) e Sheridan Riley (batteria). Nel 2014, con il loro album d’esordio omonimo, raggiungono la vetta delle classifiche dei college americani, proseguendo la strada del successo con “Antisocialites”, e poi con “Blu Rev” la consacrazione, la top 30 delle classifiche d’oltreoceano. L’indie rock di matrice americana, quello delle campagne, quello fatto col cuore, lo shoegaze che guarda a terra ma ti eleva al cielo, vive in questo quintetto canadese. I cinque anni di attesa tra i due album sono valsi la pena: sono mutati gradualmente, crescendo fino a diventare una delle rock band più complete e avvincenti della loro generazione. In apertura Girl Scout, quartetto svedese che ha iniziato a far parlare parecchio di sé negli ultimi due anni: paragonati ai Breeders e a Snail Mail si sono formati durante il lockdown, condividendo una passione per Stranger Things e i Big Thief; con all’attivo due soli EP sono pronti a far capire a chi li ascolta perché sono definiti “la prossima band da seguire”, come l’entusiasta critica americana li ha definiti dopo aver ascoltato il loro esordio “Do You Remember Sally Moore?”. Biglietti a questo link.

Venerdì 12 Luglio – THE DIVINE COMEDY, Anfiteatro Fonte Mazzola, Peccioli (PI)

I Divine Comedy sono il nome da band di Neil Hannon, ammirato e creativo musicista e autore di canzoni nordirlandese, che tre mesi fa ha fatto notizia per aver scritto le canzoni del film Wonka. Con i Divine Comedy ha avuto grandi successi soprattutto negli anni Novanta, con canzoni piuttosto uniche per l’originalità e umorismo dei testi e per gli arrangiamenti orchestrali spettacolari (a Peccioli ci sarà anche un quartetto d’archi), costruendo un seguito che negli anni lo ha portato spesso in tour anche in Italia. Sempre organizzato da Il Post a Peccioli, sabato 13 si esibiranno i Deacon Blue, ricordati per Raintown, che fu uno dei dischi più ammirati della musica britannica negli anni Ottanta. Sono scozzesi e guidati dalla coppia Ricky Ross e Lorraine McIntosh: negli ultimi dieci anni hanno ripreso a fare dischi apprezzati nel Regno Unito e tour che culminano nella data di Glasgow, che ogni anno riempie un grande teatro da 14mila posti. In Italia non vengono dal 1991. Biglietti a questo link.

Venerdì 12 Luglio – SUZANNE VEGA, Parco Cava Delle More, Monselice (PD)

Conosciuta per le sue performance che trasmettono emozioni profonde, la caratteristica “voce chiara e incrollabile” (Rolling Stone) di Suzanne Vega è stata descritta come “un sussurro fresco e asciutto con carta vetrata” dal Washington Post, con NPR Music che ha notato che “ha fatto musica vitale e inventiva” nel corso della sua carriera decennale. Portando l’impronta di un narratore magistrale che “osserva il mondo con un occhio clinicamente poetico” (The New York Times), le canzoni di Vega tendono a concentrarsi sulla vita di città, sulla gente comune e su argomenti del mondo reale. La cantautrice newyorkese sarà affiancata sul palco dal suo chitarrista di lunga data, Gerry Leonard, per uno spettacolo che abbraccia tutta la sua carriera includendo brani leggendari come Tom’s Diner e Luka. Prevendita attiva su Vivaticket.

Sabato 13 Luglio – MASSIVE ATTACK, Piazza Sordello, Mantova

Il gruppo formato da Robert “3D” Del Naja e “Daddy G” Marshall, è pronto a riportare la magia del trip hop nel nostro paese dopo sei anni. I Massive Attack sono considerati gli inventori del Trip Hop, riprendendo i ritmi dall’hip hop, utilizzando i campionamenti elettronici e unendo moltri altri generi musicali tra cui il dub, il reggae e la musica d’ambiente. Alcune delle composizioni più riconoscibili della loro produzione musicale si distinguevano per l’assenza di ritornelli, caratterizzandosi invece per atmosfere drammatiche intensamente trasmesse attraverso l’uso di crescendi di chitarra distorta, sontuosi arrangiamenti orchestrali o loop di basso incisivi. Il ritmo della loro musica si discosta spesso dalla vivacità prevalente nella scena dance britannica, risultando più lento, narcotico e riflessivo. Prevendita attiva qua.

Sabato 13 Luglio – ROBYN HITCHCOCK, Villa Demidoff, Pratolino (FI)

Sulla scena ormai da più di quarant’anni, da quando esordì con i Soft Boys, Robyn Hitchcock è stato definito in tanti modi: l’anello mancante fra John Lennon e Syd Barrett, il folksinger punk e il poeta della più grande stagione della canzone d’autore inglese, gli anni ’80. Ma soprattutto lo straordinario autore di melodie pop visionarie e acide, così come folk e punk sono parte del suo immenso background culturale. Tra i suoi album più famosi “Fegmania” (con gli Egyptians) e quelli da solista come “I Often Dream of Trains”, recentemente reinciso con nuovi arrangiamenti, e ancora “Eye” e “Moss Elixir”. Hitchcock presenterà, oltre ai classici della sua lunga carriera, l’album “Shufflemania” uscito lo scorso anno. Biglietti a questo link.

Sabato 13 Luglio – THE DETROIT COBRAS, Monk Club, Roma

Il Monk festeggia i suoi dieci anni con il live dei Detroit Cobras, la leggendaria garage rock band del Michigan, che torna in pista con una nuova formazione. Orfani della loro frontwoman Rachel Nagy, prematuramente scomparsa a gennaio 2022, tornano sulle scene con un nuovo cantante, Marcus Durant. Pronti a esibirsi come sempre in brani inno per chi ama il rock che non fa stare fermi, sono i cattivi ragazzi che ti aspettano all’uscita della scuola di ballo: vestono pelle e tacchi, fumano mentre si passano furtivamente la fiaschetta. Meglio non averci a che fare troppo se non credete alla loro attitudine. Non hanno tempo per tutte quelle canzoni d’amore da piagnoni, non pensano troppo al decoro; pensano soltanto agli affari loro, si capiscono con un occhiolino e si fanno capire a gomitate nelle reni. Ingresso gratuito.

Domenica 14 Luglio – THE GORIES + CROCODILES, Punk Rock Raduno, Bergamo

Programma fitto all’Edonè e in altri luoghi della città da giovedì 11 a domenica 14 luglio. Quaranta gli artisti in cartellone per il Punk Rock Raduno numero SETTE: tra i nomi più attesi quest’anno gli americani Mean Jeans e The Ergs (concerti in esclusiva europea), i padri del garage-rock di Detroit The Gories, il ritorno in Italia dei Detroit Cobras e Crocodiles ma anche Gli Ultimi, gruppo street punk romano reso popolare dalle colonne sonore dei film di animazione di Zerocalcare. Ingresso come sempre gratuito, programma completo sul sito del Festival.