PHOENIX, “Bankrupt!” (V2 / Loyauté / Glassnote, 2013)

Phoenix_Bankrupt_CD_CoverCi sono parecchi motivi per i quali il nuovo disco dei Phoenix, “Bankrupt!”, era tra i più attesi di questa prima parte dell’anno. Alcuni di ordine strettamente musicale, perché dopo un lavoro come “Wolfang Amadeus Phoenix” non si poteva che riporre nella band francese almeno delle speranze di conferma. Quindi la fatidica domanda è: “Bankrupt!” conferma tutto quello che di positivo il suo predecessore aveva mostrato? Viene da rispondere affermativamente, almeno in parte.

Ma il giudizio positivo rimane a metà, perché un gruppo in netta crescita di album in album come i Phoenix avrebbe dovuto provare e cercare di andare oltre. Sia chiaro questo non comporta una bocciatura di questo nuovo lavoro, ma si ha come la sensazione che i Phoenix stavolta abbiano preferito giocare di mestiere e non rischiare più di tanto. Nonostante questa premessa, in “Bankrupt!” non mancano pezzi radiofonici in cui si riconosce l’indie-pop danzereccio che da sempre ha caratterizzato la musica della band.

Il singolo “Entertainment”, che apre il disco, è a tutti gli effetti una “Listzomania” con un suono più pieno, con più synth e tastiere. Forse l’unica differenza tra i due ultimi lavori sta proprio qui, ma parliamo di una diversità quasi impercettibile. Un altro brano ben riuscito è senza dubbio “SOS in Bel Air”, arricchito da seconde voci ben calibrate e che non è difficile immaginare come futuro singolo. Identico discorso si potrebbe fare per “Drakkar Noir”, mentre la title track si distacca dal resto dell’album, lasciando spazio a una sorta di suite strumentale (anzi sarebbe meglio dire “semi strumentale”, con le parti vocali ridotte al minimo). “Bankrupt!” è dunque un disco che si lascia apprezzare per aspetti positivi come l’immediatezza e la fruibilità, ma forse tradisce in parte la grande attesa che l’ha preceduto. I Phoenix si guadagnano comunque la loro ampia sufficienza.

67/100

(Francesco Melis)

27 marzo 2013

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.