THE JIMI HENDRIX EXPERIENCE, Are You Experienced? (MCA Records, 1967)

Splendido album, manifesto della psichedelia hendrixiana, “Are you experienced?” fa da contenitore a libere e geniali interpretazioni del blues, del rock e della musica nera moderna. Inutile esercizio sarebbe quello di glorificare per l’ennesima volta la maestria di Jimi con lo strumento chitarra: vi invito solamente ad ascoltare attentamente i suoni che riesce a sparare fuori dall’amplificatore, potreste forse pensare a qualche sofisticato synth…ma nel ’67 di sintetico c’era solo l’LSD! Ma oltre e dietro a questa spaventosa dimostrazione di tecnica visionaria esisteva anche un compositore sempre in piena ricerca di novità, colmo di idee esposte in primis mediante la sua elettrica estensione corporale e poi attraverso la sua voce calda, roca, erotica. Egli non era assolutamente soddisfatto dei suoi mezzi vocali e sarebbe stato bello avere il tempo di fargli cambiare idea. Da non dimenticare i suoi due ottimi accompagnatori: Noel Redding, ex-chitarrista (per forza!…), al basso ed uno dei più grandi batteristi della storia del rock, Mitch Mitchell. Nel vecchio LP e nella nuova edizione in CD arricchita di sei bonus tracks troviamo assolute gemme come “Foxy lady”, “Fire” (bollente di nome e di fatto), “Hey Joe”, “Stone free”, “Purple haze”; queste canzoni hanno cambiato la faccia della storia del rock, indirizzandolo verso la sua anima più hard e heavy, naturalmente inconsapevoli di quanti terribili gruppacci ne avrebbero beneficiato! Tant’è, genialità significa anche essere capostipiti; l’uomo di Seattle lo è stato, per il nostro sollazzo, per il nostro rimpianto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.