CHRIS CACAVAS, Live At The Laboratorium (Blue Rose / IRD, 2005)

Il nome di Chris Cacavas non sarà nuovo a chi, negli anni ’80, era affezionato ai suoni aspri e distorti del Paisley Underground. La sua tastiera infatti, ha echeggiato in tutti i dischi dei Green On Red, dei quali era pilastro assieme Dan Stuart. A band sciolta, Cacavas ha concentrato i suoi sforzi in una carriera solista (oltre ad aver partecipato come pianista nei dischi di Steve Wynn) forte di un rock tradizionale di matrice americana. Questo “Live At The Laboratorium” documenta un concerto della sua band in quel di Stoccarda, Germania, dove gli eroi dell’underground made in USA degli anni ’80 hanno il loro seguito più affezionato. Assieme a Cacavas – qui principalmente alla voce e alla chitarra – troviamo i sodali di sempre come Jesse Wilder (chitarra), Ed Kampwirth (basso), Brandon Laws (batteria) e un ospite d’eccezione come Jason Victor – chitarrista dei Miracle 3 di Steve Wynn – alla terza sei corde.

Il songwriting di Cacavas si dimostra solido ed ispirato, non il solito contentino artistico di musicisti con un passato glorioso. Sono sessantacinque minuti di sano rock. Nessuna rivelazione, solo sudore e passione. Chi si porta dentro certi suoni non potrà farne a meno e chi è interessato alla scoperta di nuovi cantautori qui ne troverà uno di assoluto riguardo. Assieme al cd si può trovare anche un DVD che riprende sei ulteriori canzoni non contenute su cd, che ci fa notare come la presenza scenica e il carisma di Cacavas non abbiano nulla da invidiare ai soliti noti del rock d’autore americano. Un’artista da scoprire per il presente luminoso e il passato brillante ed importante. E forse questo live è la maniera migliore per conoscerlo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.