DARKSTAR, “News from nowhere” (Warp Records, 2013)

529395_515072878533516_840988215_nDarkstar 2.0. La band inglese pubblica ora il secondo disco per la Warp. Rispetto al precedente “North”, uscito nel 2007, pare quasi di sentire un altro gruppo. “News from nowhere”, questo il titolo del nuovo lavoro, lascia da parte basi elettroniche e campionamenti per approdare a soluzioni sonore più complesse, anche se poi i pezzi scorrono via in maniera naturale, quasi a mettere in risalto le sfumature pop del disco. Ma è il modo di ricamare la struttura principale che colpisce: pare quasi che i Darkstar abbiano cambiato modo di suonare. In questo senso i primi ascolti producono lo stesso effetto spiazzante che creava l’anno scorso “WIXIW” dei Liars, con tutte le dovute differenze del caso.

I tre musicisti riescono a dar vita a un creativo impasto in cui convivono efficacia pop, psichedelia e ritmi sincopati che in parte potrebbero richiamare alcune sezioni ritmiche degli Animal Collective. “News from nowhere” è inoltre un disco che da ampio rilievo alle melodie vocali soprattutto in brani come “Timeaway”, l’ipnotica “Amplified ease” e la conclusiva “Hold me down”. Si alternano poi momenti più ossessivi anche se sempre sviluppati su una raffinata linea pop-psichedelica. È il caso di “Armonica”, del successivo brano senza titolo e di “Light body clock starter”, che apre il disco. “News from nowhere” riesce sempre a stupire ad ogni ascolto grazie alla sua capacità di unire canzoni dalle strutture complesse e allo stesso tempo dalle melodie immediate.

76/100

(Francesco Melis)

8 marzo 2013

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.