Wire, Concerto al Bloom, Mezzago (MI) (22 febbraio 2011)

Questa sera un gremito e caldissimo Bloom ospita una delle band più sottovalutate e influenti degli ultimi 30 anni, i Wire.
Ho avuto la possibilità di vederli più volte negli ultimi anni, e in qualsiasi circostanza sono sempre riusciti a far rimanere incantati i presenti.
E’ strano sentire gli intensi applausi elargiti dal pubblico presente, è una sensazione particolare visto e considerato che la proposta della band di Londra era e rimane decisamente ostica, un incontro spietato di punk ultravitaminizzato, funk deforme e inserti elettronici. Se volessimo essere semplicistici lo chiameremmo post-punk, se fossimo pignoli la definiremmo come una perpetua messa cantata sulle note di “No Fun”. Il termine ideale è suono “angolare”, una massa invertebrata e gelida di distorsioni, pochi accordi ripetuti e mantenuti costantemente, una ritmica serrata e senza respiro.

Dopo due anni dall’ultima tournée, degli scazzatissimi Wire si ripresentano in quel di Milano per regalarci un’ora e mezza di ottima fattura. Colin Newman, Graham Lewis e Robert Gotobed danno l’impressione di non essere qui per il solito revival nostalgico, ma soprattutto per svelarci il loro nuovo e ottimo disco “Red Barked Tree”. L’esecuzione dei nuovi pezzi è sicuramente meno patinata e più d’impatto, merito del secondo chitarrista Matt Simms. Due scuole a confronto, quella di Colin più votata alla ricerca della glacialità elettrica, quella di Simms più marcatamente sonica.
Durante tutta la durata di questo emozionante live si ha l’impressione che pubblico e gruppo siano due entità distinte. Se anni fa suonavano come in netto anticipo sui tempi, ora l’ascolto del loro particolare groove rimane straniante.
Degne di nota una magistrale esecuzione di “Comet” e un’infuocata “Pink flag”, una sfuriata che riuscirebbe a far impallidire gruppi ben più giovani di questo. Non so se Newman e Lewis si possano essere divertiti questa sera, sicuramente noi usciamo con l’ennesimo sorriso stampato in faccia.

SCALETTA:

1-Smash
2-Advantage In Height
3-Comet
4-Please Take
5-Red Barked Trees
6-Kidney Bingos
7-Clay
8-Bad Worn Thing
9-Moreover
10-Two People In A Room
11-106 Beats That
12-Boiling Boy
13-Spent

1° BIS:
14-Down To This
15-Drill

2°BIS:
16-Underwater X
17-Adapt18-Pink Flag

(Matteo Ghilardi)

2 marzo 2011

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.