Linecheck, i primi nomi della decima edizione

Quella che si terrà a BASE Milano dal 18 al 23 novembre 2024 sarà la decima edizione di Linecheck Music Meeting & Festival, evento ormai diventato uno punto di riferimento per l’industria musicale italiana e internazionale. Annunciate ieri durante la presentazione a BASE Milano, quartier generale di Linecheck, le tante novità riguardanti la programmazione e alcune anticipazioni sulla line up del Festival.
SO FAR SO GOOD? è il tema portante di questa edizione – che sarà come sempre parte integrante del della Milano Music Week, main partner di Linecheck.
Presentato al pubblico qualche settimana fa con la pubblicazione del Manifesto 2024 trae ispirazione da Philippe Petit, il celebre funambolo che ha lasciato il segno nella storia percorrendo il cielo tra le Torri Gemelle. La sua pratica insegna che in caso di dubbio, mentre si cammina sul filo, la soluzione è agire in modo controintuitivo; invece di combattere l’instabilità restando fermi, si dovrebbe invece fare un piccolo balzo in avanti. In questi dieci anni, Linecheck ha lavorato per promuovere, sviluppare e incoraggiare l’innovazione nell’ecosistema musicale, dove il cambiamento incontra troppo spesso resistenze. Proprio come per il celebre funambolo, è fondamentale trovare ogni giorno soluzioni innovative per operare in equilibrio tra apparenti dicotomie: sensibilità umana o tecnologia? Cultura locale o internazionalizzazione? Inclusività o meritocrazia?

Saranno tante le novità riguardanti la programmazione di questa decima edizione, che ancora una volta avrà l’obiettivo di supportare la crescita di un ecosistema musicale teso a valorizzare nuovi talenti, diversità e sostenibilità. I primi tre giorni della settimana di Linecheck saranno dedicati alla formazione e al networking, con una serie di appuntamenti – fra cui il ritorno della Linecheck Academy – a porte chiuse. Il programma pubblico partirà con l’opening serale mercoledì 20, le due giornate successive saranno aperte al pubblico. La settimana di Linecheck si concluderà nuovamente con Linecheck Off una giornata per aspiranti professionistə e music lovers, ancora una volta dedicata al tema Communities e sviluppata in partnership con Siamo Un Magazine. 

Nei mesi precedenti a Linecheck 2024 si svolgeranno una serie di eventi per celebrare i dieci anni della manifestazione. Si partirà domani 7 giugno con Ticino Ti Amo, format ideato e prodotto da Linecheck con l’obiettivo di creare un ponte tra Milano, l’Italia e il Ticino che vedrà esibirsi nella Ground Hall di BASE una lineup interamente composta da artistə ticinesi: Camilla Sparksss, Peter Kernel Disse. Nel mese di ottobre prenderà inoltre il via una nuova iniziativa itinerante: a Genova in collaborazione con Elettropark e PlayBaltimora, a Roma, in 

collaborazione con Manifesto Fest ed il Monk, a Lecce in collaborazione con SEI Festival e Officine Cantelmo, tre giornate di Linecheck Pop Up durante cui la formula di Linechek, meeting diurno e show serali, sarà esportata nelle diverse località.

Fra le principali novità di quest’anno, il ritorno della Academy: i primi tre giorni di Linecheck saranno dedicati alla formazione professionale, attraverso masterclass e workshop a numero chiuso. Curatorship for live music eventsCreative catalogue exploitation e Digital marketing & music data sono i temi che saranno affrontati in questa edizione della Academy. 

Torneranno le Matchmaking Sessions, appuntamento abituale che ogni anno registra un grande successo e che mette in contatto delegates ed espertə operanti in diversi settori dell’industria musicale, con una nuova formula.
Anche il programma Conference presenterà importanti novità: saranno 4 i focus principali a cui Linecheck dedicherà contenuti e attività, costruendo altrettanti Summit in co-curatela con realtà di respiro internazionale. 

Il Web3 Summit, dedicato al mondo del Music Tech, della decentralizzazione e della tecnologia Blockchain, sarà co-curato con SpaghettETH. Dedicato al tema della musica come strumento di cambiamento sociale e al valore generativo che quest’ultima può avere nella società il Social Change Summit, che sarà co-curato con Act in Synch, realtà che riunisce stakeholder e gruppi di interesse di tutti i settori per affrontare il cambiamento sociale e climatico e agire in sinergia. Il tema della sincronizzazione e il rapporto che la musica ha con diverse industrie creative sarà al centro del Synch Summit, la cui curatela sarà in collaborazione con Europe in Synch, organizzazione che mira a connettere i creativi dell’industria audiovisiva e delle arti, in particolare offrendo know-how nei settori in rapido sviluppo della sincronizzazione, delle licenze musicali e della supervisione musicale. 

Si rinnova inoltre l’appuntamento con ASCOLTO, il Community Radio Summit nato per raccogliere sotto lo stesso tetto radio che trasmettono da diverse parti del mondo. Alcune delle radio coinvolte quest’anno: 8Beats Radio, Fritto FM, NEU RADIO, Noods Radio, Radio Raheem, RBL, Refuge Worldwide, Selectors Radio, stegi radio, TRNSTN RADIO.

Sabato 23 in collaborazione con Siamo Un Magazine, tornerà inoltre una nuova edizione di Linecheck Off, dedicata alle communities. Un appuntamento che dal pomeriggio andrà avanti sino a tarda notte, durante cui si alterneranno panel e workshop dedicati allə più giovani che aspirano ad entrare stabilmente nell’ecosistema musicale, con un programma che metterà insieme musica dal vivo e dj set

Anche quest’anno si rinnova la collaborazione con la rassegna Inner_Spaces all’Auditorium San Fedele. A esibirsi sarà Lorenzo Senni, artista multidisciplinare, compositore e produttore, che presenterà in anteprima assoluta un suo nuovo progetto speciale commissionato da Linecheck e Inner_Spaces. Il closing party si svolgerà al DumBO di Bologna, grazie alla collaborazione inaugurata nel 2023 con ROBOT Festival

La Capsula, studio immersivo di Music Innovation Hub, ospiterà come di consueto residenze e showcase durante tutta la settimana. Sarà inoltre presentato l’appuntamento Arezzo Wave presents: artist from Arezzo Wave Music Contest 2024. La serata inaugurale si svolgerà invece in una nuova venue che sarà annunciata nelle prossime settimane. 

Svelati intanto i primi nomi che andranno a comporre la line up della decima edizione del Festival: sul palco della Ground Hall di BASE il 21 novembre arriverà Fabiana Palladino, cantante, autrice, polistrumentista e produttrice londinese da poco uscita con il suo omonimo album di debutto, arrivato dopo la pubblicazione di una manciata di singoli che nel corso degli ultimi anni sono riusciti a catturare l’attenzione di pubblico e addettə ai lavori. La seconda artista annunciata per il 21 novembre è Maro, cantautrice portoghese che dopo aver partecipato all’Eurovision Contest nel 2022 e aver aperto i live di Jessie J e Charlotte Cardin, ha pubblicato lo scorso anno hortelã, un album che ha confermato il suo straordinario talento, registrato in trio con Darío Barroso & Pau Figueres. 

Il 22 novembre sarà invece la volta dei Fuera, band sperimentale elettronica avant pop di Napoli, tra i precursori della scena hyperpop techno italiana.

Nell’ormai tradizionale Linecheck Closing Party with Robot Festival a Bologna, si esibirà al DumBO in DJ set Mace, tra i più importanti producer della scena musicale italiana, artista visionario ed eclettico. 

Annunciati anche i primi nomi dellə artistə che si esibiranno nella Capsula: Crème Solaire, Gaia Banfi, Kiss Nuka, Massimo Silverio, Plié, Simone Matteuzzi.  Le residenze di quest’anno: Hundebiss presents Ciro Vitiello + Talpah, Sottencoppa presents Giulio Nocera + Renato Grieco, Union Editions presents Fabrizio Vatieri + Federico Antonini

Plié, Creme Solaire, Maro sono lə artistə  selezionati da ESNS Exchange, progetto internazionale di cui Linecheck fa parte e che, cofinanziato dal programma Creative Europe, facilita il booking di acts europei per festival in paesi stranieri. Leartistə invitatə a esibirsi all’ESNS (Eurosonic Noorderslag) vengono automaticamente iscrittə al programma ESNS Exchange. Ad oggi, ESNS Exchange ha supportato 2.263 artistə  provenienti da 37 paesi europei, consentendo loro di esibirsi in 5.564 spettacoli in 196 festival partner in 44 paesi.