JUD NEWCOMB, Byzantine (Blue Rose / IRD, 2005)

Esattamente quello che ti aspetti da un disco della Blue Rose. Jud Newcomb (ex membro dei Loos Diamonds ed attuale componente dei Resentments) propone una canzone d’autore americana abbastanza classica, che pesca parimenti dal patrimonio folk e quello rock che negli anni abbiamo imparato ad identificare nel paese a Stelle e Strisce. “Byzantine” non è né più né meno che un buon abbecedario di influenze – da Steve Wynn a John Mellencamp passando per Jackson Browne per gli episodi più sapidi – e di tradizione – non è reato avvertire eco di Johnny Cash e Neil Diamond… oltre che Dylan, ovviamente – che nulla toglie e nulla aggiunge al panorama rock contemporaneo. In ogni caso, “Byzantine” si ascolta con piacere proprio per la sua natura: quella di onesto disco folk-rock di onesto folk-singer sconosciuto che sa scrivere oneste canzoni da intrattenimento senza però ambire a molto altro. Se fossimo in Texas, dove Jud vive, o in un qualsiasi altro stato americano dal nome abbastanza buffo (che ne so… Wyoming), sarebbe un degno sottofondo mentre si beve una Budweiser nel live club dietro casa. Purtroppo a noi toccano le cover band di Vasco Rossi e ci sono tanti dischi che vale la pena comprare prima di passare dalle parti di Jud Newcomb.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.